Raku

Antica tecnica giapponese nata per la fabbricazione e cottura delle tazze per la cerimonia del the dell’imperatore, consiste nello sfornare il pezzo incandescente, 980° e oltre, e depositarlo in un letto di segatura di legno dove avviene la “riduzione”, la terracotta assorbe il fumo, e lo smalto per lo schok termico fa il “ craklè” , la riduzione termina con l’immersione del pezzo in acqua fredda.
La sperimentazione continua dei ceramisti ha portato ad avere effetti diversi di affumicamento. Nel naked per esempio, la cristallina si stacca dal pezzo al contatto finale con l’acqua, lasciando la sua impronta, e la superficie del pezzo risulta levigata, ma nuda cioè senza smalto. Di questa tecnica esistono varie possibili applicazioni per ottenere dei grigi e disegni precisi con il fumo.